Freelance

LEGGERE CHE PASSIONE

LEGGERE  la nostra rivista online

Benvenuto da LEGGERE CHE PASSIONE, un blog unico nel suo genere pronto per essere scoperto. LEGGERE CHE PASSIONE ha riempito la mia vita e mi piace l'idea di condividere le mie passioni e le mie riflessioni con i miei fedeli lettori. Continua a leggere e divertiti.

Continua a leggere
Leggere a casa

Leggere

VAMPIRI

SCOPRIAMO ATTRAVERSO LA LETTERATURA  , STORIA E LEGGENDE CHI SONO .

Nel aprile del 1819 sul New Monthly veniva publicato a firma di George Gordon Byron il racconto The Vampire, che Goeth giudico come il vero capolavoro dello scrittore. In realtà Byron era finito in calce al racconto per una svista dell’editore del giornale: il vero autore meno famoso era Jhon William Polidori.

leggere

Non perdetevi le ultime notizie 
la rivista sarà online tra 4 giorni sotto troverete l'anteprima 
BUONA LETTURA

VAMPIRI
SCOPRIAMO ATTRAVERSO LA LETTERATURA  , STORIA E LEGGENDE CHI SONO .

WFH Setup

BRAM STOKER

IL MITO DEL VAMPIRO

VAMPIRI

SCOPRIAMO ATTRAVERSO LA LETTERATURA  , STORIA E LEGGENDE CHI SONO .


Troviamo tracce delle loro gesta dagli albori della storia,scrittori e registi hanno raccontato le loro storie,terrorizzando gli esseri umani di tutti i tempi.

Nel aprile del 1819 sul New Monthly veniva publicato a firma di George Gordon Byron il racconto The Vampire, che Goeth giudico come il vero capolavoro dello scrittore. In realtà Byron era finito in calce al racconto per una svista dell’editore del giornale: il vero autore meno famoso era Jhon William Polidori.

Polidori intimo amico di Byron ,aveva iniziato a scrivere quel racconto durante un sera d’estate del 1816 a Ginevra, a villa Diodati, quando perseguitati dal maltempo decisero di scrivere per svagarsi . la diciottene Mary e Polidoro furono i soli a tenere fede all’impegno. Ma tra quelle mura presero vita diverse storie come The Assassins di Mary Shelley; Bayron una storia alla quale pensava da tempo,The Burial edita poi nel 1819 con il titolo di A Fragment: la prima dando vita a Frankestain e la seconda dando vita a Lord Ruthev, il cui nome sarà sinonimo di vampiro per tutto l’ottocento. Fino ad arrivare a Bram Stoker con il suo romanzo gotico publicato nel 1897 Dracula, Stoker affermò che l’idea del libro gli venne causato da una scorpaciata di gamberi in insalata;addormentatosi, sognò un vampiro che sorgeva dalla tomba per recarsi a compiere i suoi orribili misfatti. Con l’aiuto del suo amico Arminius Vambery, si documetò scrupolosamente,trascorrendo ore e ore a consultare libri del British Museum per costruire il suo romanzo : le autentiche tradizioni del folklore sui vampiri,un sinistro personaggio realmente vissuto circa quattro secoli prima, Vlad Dracul detto anche l’ Impalatore.

Ma da dove a origine la leggenda sui vampiri ?

Sicuramente uno dei più grandi enigmi dell’uomo è la vita dopo la morte. Sono stati effettuati diversi studi a riguardo un artico del Il Messaggero dice :C'è vita dopo la morte? La risposta è nel cervello delle persone. La possibilità per molti è allettante, ma finora si è dovuta scontrare con una spessa coltre di scetticismo. Adesso, però, uno studio americano ha indagato sulle esperienze pre-morte da parte di persone che sono sopravvissute a un attacco cardiaco dopo essere state date per morte e poi tornate in vita. La ricerca in questione è stata condotta dal team del dott. Sam Parnia, direttore della terapia intensiva e della ricerca di rianimazione presso la NYU Langone School of Medicine di New York City. Gli scienziati hanno intervistato i soggetti che hanno spiegato nel dettaglio le sensazioni provate mentre stavano per lasciare questo mondo: alcuni sopravvissuti all’infarto hanno dato testimonianze comuni dichiarando di essere rimasti coscienti rispetto a ciò che accadeva intorno a loro.

www.ilmessaggero.it

Work from Home

I vampiri nella storia

TRE CASI REALMENTE ESISTITI

I vampiri nella storia


Scritto da leggerechepassione.blog

nutrirsi. Si suicidò quattro anni dopo.

2. Vlad III di Valacchia o Vlad tepes meglio conosciuto con il suo nome Dracula o l’impalatore, si guadagna il secondo posto per il suo gusto macabro dell’intrattenimento durante i banchetti. Si narra infatti che la sua inclinazione ad impalare i nemici come deterrente per il nemico ottomano, non si limitava solo all’atto della tortura ma anche ad osservarli mentre banchettava

 3. al terzo posto troviamo un nostro connazionale il VAMPIRO Della Bergamasca


Questa foto di Autore sconosciuto è concesso in licenza da CC BY-SA


Vincenzo Verzeni si guadagna questo sopranome per come mutiliva le sue vittime, principalmente donne. Dopo averle uccise le addentava al collo, per bere il loro sangue e nutrirsi dei loro resti.

L’elenco di questi illustri personaggi è molto lungo,abbiamo voluto esporvi i tre casi più eclatanti. Ma la domanda che ci faccio è: sono veramente esseri sovranaturali, o le loro gesta sanguinarie sono frutto di malattia mentali ?



Troviamo traccia di vampiri a partire dalle civiltà più antiche, i nomi utilizzati seppur diversi incutevano terrore nell’uomo. Descritti come mostri dai poteri sovranaturali e sotto forma di entità di diverso genere,hanno molti elementi in comune. Si nutre di sangue o energia vitale, sono principalmente non-morti e privati della propria anima. Ma questi esseri misteriosi, dal fascino intramontabile e magnetico sono realmente esistiti? Possiamo dire che alcune testimonianze storiche potrebbero lasciarci il dubbio.

Chi erano questi personaggi sanguinari che si sono guadagnati il posto nella nostra classifica di vampiri famosi.

  1. Al primo posto, non possiamo non mettere LA CONTESSA DRACULA O NERA. Come ha fatto per guadagnarsi questo sopranome? Semplicemente uccidendo e torturando più di 650 persone, nel 1500 , il suo nome Elizabhet Bathory,la sua sete di sangue termino nel 1610, quando a causa delle continue sparizioni di donne aristocratiche e non fu scoperta in flagrante da una delegazione imperiale e murata viva con un unico spiraglio per